La ripetizione continua dei segnali in macchina (RSC)

I contenuti della pagina sono aggiornati al 09.02.2008.

 

LINEE CON BLOCCO AUTOMATICO CON RIPETIZIONE CONTINUA DEI SEGNALI (RSC) IN MACCHINA (BAcc)

Nelle linee con blocco automatico possibile ripetere l'aspetto dei segnali nella cabina di guida. In questo modo il macchinista, appena entra in una sezione di blocco (cio, appena superato il segnale di 1 categoria che protegge la sezione di blocco), a conoscenza dell'aspetto del successivo segnale di 1 categoria di blocco anche se visivamente non riesce ancora a scorgerlo (nebbia, tracciato in curva, ecc.). 

Le rotaie di tali linee vengono alimentate con una corrente alternata (a basso voltaggio) a frequenze particolari. Tale corrente pu essere fissa oppure pu essere interrotta pi volte al minuto (75, 120, 180 o 270) a seconda dell'indicazione che si vuol trasmettere al macchinista.

I locomotori e le cabine di guida dei treni che percorrono tali linee sono muniti di un dispositivo di captazione di tali codici composto da dei nuclei magnetici posti sotto il locomotore o sotto la carrozza di testa (carrozze pilota o "pilotine" dei treni navetta) a breve distanza dalla rotaia. La corrente alternata che alimenta la rotaia genera un campo magnetico che viene interrotto come detto prima. In tal modo nelle bobine dei nuclei magnetici dei veicoli si viene a generare una corrente elettrica uguale a quella presente nella rotaia che, attraverso appositi dispositivi di decodifica, viene riconosciuta e mostrata mediante l'accensione di pulsanti nella cabina di guida.

Il macchinista, ad ogni variare del codice in linea, ha circa 3 secondi per riconoscere il nuovo codice e premere un apposito pulsante altrimenti si attiva la frenatura d'emergenza del treno.

Normalmente i codici utilizzati sono quattro, per un totale di cinque informazioni trasmissibili (anche l'assenza di codice ha il suo significato) e vengono trasmessi utilizzando una corrente alternata a 50 Hz.

Sulle linee ad alta velocit (ad esempio nella Direttissima Roma - Firenze) viene usato un sistema a 9 codici aggiungendo alla corrente a 50 Hz, una seconda corrente a 178 Hz che viene a sua volta codificata. Tale sistema viene utilizzato anche in altre linee per permettere velocit superiori a 180 km/h. In tale caso non vengono utilizzate necessariamente utilizzate tutte le combinazioni ammesse dal sistema a nove codici ma solo alcune. Per questo motivo si distingue in genere fra:


RSC A 4 CODICI

Interruzioni corrente al minuto 
(frequenza 50 Hz)
Indicazioni
del
cruscotto
Significato del codice
ASSENZA DI CODICE La via impedita oppure, negli arrivi in deviata su binari di stazione non codificati, via libera con conferma di riduzione di velocit secondo l'indicazione del codice precedentemente ricevuto (nessuna indicazione sullo stato del segnale successivo).
75   Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA IMPEDITA o mostra l'aspetto giallo/giallo
120 Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA ma da percorrersi con RIDUZIONE DI VELOCITA' a 30, 60 o 100 Km/h a seconda dell'indicazione del segnale di avviso appena superato.
180 Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA ma preavvisa un segnale disposto a Via Impedita o a Via Libera con riduzione di velocit. Questo un codice di prudenza pertanto viene utilizzato anche in precedenza a segnali di rallentamento o di termine zona codificata.
Sulla linea del "Passante Ferroviario di Milano" (con sezioni di BA di lunghezza anormalmente ridotta - da 900 a 450 m) tale codice mostrato anche a monte di un segnale con aspetto giallo/giallo.
270   Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA senza particolari limitazioni.

 

RSC A PIU' DI 4 CODICI (da 5 a 9)

Codice Indicazioni
del
cruscotto
Frequenza di
codifica binario
Velocit massime ammesse
(in km/h)
in base alla percentuale
minima di massa frenata (*)
Significato del codice
50 Hz 178 Hz 135% 130% 125% 105%
A.C. - - - - - - La via impedita oppure, negli arrivi in deviata su binari di stazione non codificati, via libera con conferma di riduzione di velocit secondo l'indicazione del codice precedentemente ricevuto (nessuna indicazione sullo stato del segnale successivo).
75 75 - - 50 Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA IMPEDITA
120 120 - - 65 Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA ma da percorrersi con RIDUZIONE DI VELOCITA' a 30, 60 o 100 Km/h a seconda dell'indicazione del segnale di avviso appena superato.
120* 120 75 105 Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA ma da percorrersi con RIDUZIONE DI VELOCITA' a 100 Km/h.
120** 120 120 (non ancora utilizzato) Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA ma da percorrersi con RIDUZIONE DI VELOCITA' a 130 Km/h
(non ancora utilizzato).
180 180 - - 115 112 110 100 Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA ma preavvisa un segnale disposto a Via Impedita o a Via Libera con riduzione di velocit. Questo un codice di prudenza pertanto viene utilizzato anche in precedenza a segnali di rallentamento o di termine zona codificata.
180* 180 75 155 155 155 155 Avviso anticipato di segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA con riduzione di velocit a 100 km/h (o 130 km/h - non ancora utilizzato) o velocit massima della linea ridotta a 150 km/h per lavori.
270 270 - - 185 175 170 160 Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA senza particolari limitazioni. Vmax 180 km/h.
270* 270 75 230 225 220 200 Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA senza particolari limitazioni. Vmax 220 km/h.
270** 270 120 255 250 245 230 Il prossimo segnale di 1 ctg. a VIA LIBERA senza particolari limitazioni. Vmax 250 km/h.

(*): Quanto riportato in queste colonne sono le velocit calcolate dal SSB (sottosistema di bordo) della apparecchiatura RSC che attua il "controllo di velocit". Come potete vedere il controllo effettuato consentendo una tolleranza massima di 5 km/h rispetto alla velocit massima che il macchinista deve rispettare in base alle norme. Tale velocit data dalla seguente tabella:

Codice Percentuale di massa frenata tipo viaggiatori del convoglio e velocit massime ammesse
(fino al grado V di frenatura)
135% 130% 125% 105% 90% 80% 70% 60%
270** Consultare la Prefazione Generale all'orario di servizio Art. 81 - Tabelle:
B speciale (Quadro 1 bis), B speciale II (Quadr 1 ter), B speciale III (Quadro 1 quater)
270*
270
180* 150 150 150 150 110 100 100 90
180 115 110 110 100 100 90 85 75
120** non utilizzato
120* 100 90 85 75
120 (Gx./Vx.) 100 90 85 75
120 (Gx/Vx) 60
120 (G/V) 30
75 50
AC (1) limite di velocit dato dal codice precedente (120* o 120)
AC (2) 30

(1): dopo prericonoscimento codice 120 o 120*
(2): dopo "supero rosso".
 

Apparecchiatura RSC a 9 codici: ricevuto codice 180 (ancora da riconoscere)

 

SEGNALI PER ROTABILI ATTREZZATI CON APPARECCHIATURE DI RIPETIZIONE IN MACCHINA DEI SEGNALI E DELLE CONDIZIONI DELLA VIA

Le tratte codificate sono segnalate al macchinista con appositi segnali di seguito mostrati.


Inizio della linea con ripetizione dei segnali in macchina

Preavviso di inizio linea con ripetizione dei segnali in macchina

Fine della linea con ripetizione dei segnali in macchina

Preavviso di fine della linea con ripetizione dei segnali in macchina

Inizio di un breve tratto non codificato in una linea con ripetizione dei segnali in macchina

Preavviso di inizio di un breve tratto non codificato in una linea con ripetizione dei segnali in macchina